Il blog informatico

Come trovare musica per i propri video

Decine di videomaker, youtuber, registi e utenti amatoriali ogni giorno si trovano con il problema di trovare la musica più adatta alla propria produzione video. Gli elementi che influenzano di più la scelta sono:
– la corrispondenza con l’atmosfera cercata;
– la qualità della musica;
– il budget a disposizione.

L’atmosfera musicale

Il mare di musica che abbiamo a portata di mano con i servizi di streaming e download è classificato secondo i tradizionali criteri commerciali per la vendita di dischi, cioè secondo la categorizzazione per stili musicali. Quando cerchiamo musica per video, invece, generalmente abbiamo in mente un’atmosfera specifica: cerchiamo musica epica, romantica o sensuale. Ecco come i siti che ci consentono di filtrare la musica per video in base a categorie come mood o applicazioni specifiche (es. video aziendali, documentari naturalistici, ecc.) sono i più adatti a trovare più velocemente la musica che fa per noi.

La qualità della musica

Gli strumenti per creare musica sono ormai alla portata di tutti, e consentono di comporre anche senza conoscere le regole dell’armonia o la teoria musicale. I risultati, però, non sono sempre eccelsi. Alcuni servizi consentono a chiunque di caricare la propria musica e distribuirla senza nessun filtro che ne determini la qualità, per cui su certe piattaforme si trova davvero di tutto. Spesso le registrazioni sono fatte male, così anziché valorizzare il nostro video rischiano di peggiorare il livello complessivo del prodotto. Meglio privilegiare quei servizi in cui sappiamo che la musica è prodotta da un numero limitato di compositori affidabili, in questo modo sarà più facile trovare musica di sottofondo di qualità.

Il budget

I servizi di streaming e download di musica più diffusi non sono adatti alla ricerca di sottofondi musicali, perché a fronte del costo pagato viene offerta una licenza limitata all’uso personale, che non ci consente di sincronizzare i brani con i nostri filmati. D’altro canto, solo chi dispone di grossi budget può aspirare a contrattare una licenza per usare un brano famoso nel proprio spot o film. Tradizionalmente, ci si affidava a librerie di production music che contengono decine di brani generici: tuttavia, una library musicale di qualità viene proposta a un costo notevole, soprattutto considerando che non useremo tutti i brani contenuti. Esistono anche servizi che propongono il download illimitato di brani a fronte del pagamento di un abbonamento, ma questo va bene solo per chi ha una produzione di video continua (solitamente gli utenti professionali).
La mia esperienza di compositore di musica per video mi ha portato negli anni a perfezionare un’offerta adeguata alle richieste attuali del mercato, convogliata tramite un unico sito internet, che offre un catalogo di brani di livello diverso, adatti a tutte le categorie di utenti, da quelli professionali a quelli più casalinghi. Suoni, musica, idee production music offre infatti:

  • colonne sonore di alta qualità, con licenze a costi commerciali;
  • musica low-cost, per il quale si paga il download a prezzo standard da iTunes o Amazon (massimo 1.29 euro) e i diritti d’autore tramite la SIAE, solo per certi casi specifici (es. l’uso su Youtube NON dà luogo a questo tipo di pagamento);
  • musica royalty-free, completamente gratuita, scaricabile direttamente dal sito.

Il catalogo musicale viene aggiornato almeno una volta all’anno con nuovi brani musicali, sempre di alta qualità e classificati per stili musicali, atmosfere e applicazioni consigliate. Tramite il sito è anche possibilie ottenere licenze per l’uso in app, videogames, e un’infinità di altri tipi di utilizzo. Attraverso il sito viene anche fornita assistenza con le risposte alle domande più comuni in caso di dubbi sul diritto d’autore o le possibilità di utilizzo dei brani.