Il blog informatico

Windows 8: pregi e difetti

Windows 8 è un sistema operativo rilasciato da casa Microsoft il 26 ottobre 2012 e disponibile in quattro differenti versioni: Windows 8, Pro, Entreprise e RT.

Con questo sistema è stata introdotta la possibilità di sincronizzare vari dispositivi fra loro (PC, notebook, netbook, tablet, smartphone e Xbox), accendendo al proprio account Live.

L’interfaccia grafica richiama Windows Phone per adattare l’utilizzo su monitor touchscreen.
Infatti, la prima schermata, presenta una serie d’icone rettangolari con cui accedere alle mail, al meteo, alle mappe, ecc.

Premendo “Desktop” si può tornare alla grafica cui siamo sempre stati abituati, con l’eliminazione del menu Start.

Inoltre è presente una nuova versione del browser di navigazione (Internet Explorer 10), nuovo design per “Esplora risorse” (ora chiamato “Esplora file” con Ribbon simile a Office 2007 e successivi) e “Gestione attività”, connettività con Facebook e Flickr, ecc.

Per l’hardware sono state introdotte nuove funzionalità, fra cui l’avvio del sistema da chiavette o dischi esterni USB, migliore supporto per la banda larga, avvio protetto, ecc.

794a

Pregi:

Rispetto al predecessore Windows 7, Windows 8 si avvia più velocemente e l’utilizzo delle applicazioni risulta ancora più rapido.

Difetti:

Sicuramente la perdita del menu “Start” dal Desktop spiazza e limita i milioni di utenti abituati al classico Desktop di Windows.

L’interfaccia grafica della schermata d’avvio è poco intuitiva, direi più adatta a un dispositivo mobile.
Mentre la grafica delle finestre richiamabili dal Desktop è in stile piatto, decisamente retrò.

Inoltre ritengo siano inutili due versioni differenti di Internet Explorer (una dalla nuova schermata d’avvio e l’altra dal vecchio Desktop), anche perché questo browser, arrivato alla versione 10, sembra risentire ancora delle carenze delle versioni precedenti (es: lentezza nel caricamento delle pagine web).

Giudizio globale:

In conclusione credo che la Microsoft abbia voluto introdurre con Windows 8 un sistema moderno e funzionale, ma penso ci sia riuscita solo in parte, trascurando fortemente l’interattività con la maggioranza degli utenti di PC tradizionali, ancorati alle vecchie (ma buone) abitudini.